Car Sharing Padova
Condividi l'auto, conviene a te e all'ambiente!

CHI SCEGLIE IL CAR SHARING?

Ci è stato chiesto: chi sono veramente gli abbonati al car sharing e perché lo scelgono? Abbiamo provato a rispondere

 

 

Un numero crescente d’italiani oggi opta per il servizio di auto in condivisione che punta a diventare la "normalità" negli spostamenti cittadini.

Sai quali saranno i trend del car sharing per il 2018?

 

Secondo uno studio realizzato da Bain & Company e Aniasa, "in Italia grazie all’auto condivisa, quasi 2 utenti su 10 hanno già rinunciato all’auto di proprietà, che presenta costi di gestione più onerosi rispetto al car sharing".

Anche le aziende che propongono servizi di mobilità condivisa sono sempre di più.

Un fenomeno, quindi, che va modificare le abitudini di cittadini e imprese, con ripercussioni tanto sull’auto di proprietà, che sull’idea tradizionale di flotta aziendale.

 

I VANTAGGI

Ma quali sono i vantaggi concreti di questo nuovo modo di spostarsi?

Partiamo dai più evidenti, quelli ambientali. Sempre secondo il rapporto di Bain & Company e Aniasa, ogni auto condivisa toglie dalla strada fino a 9 vetture circolanti, contribuendo in questo modo a ridurre il traffico e quindi le emissioni di anidride carbonica, il gas responsabile dell’effetto serra.

 

Non sono da meno i vantaggi economici. Il car sharing, infatti, offre vantaggi economici effettivi per percorrenze annue medio/basse: fino a 11.800 km per una vettura grande, 8.300 km per una vettura media e 6.000 km per un’utilitaria.

Senza considerare gli altri vantaggi garantiti dalla formula, come l’accesso libero alle ZTL (zone a traffico limitato) e la sosta gratuita nelle aree pubbliche a pagamento, le cosiddette “strisce blu”.

 

CHI SCEGLIE IL CAR SHARING?                                                             

Chi sono gli abbonati? E perché hanno scelto di spostarsi con il car sharing?

  

Raffaella, studentessa dell'Università di Padova, originaria di Roma. “Non volevo acquistare un’auto solo per il periodo universitario”

Raffaella è una studentessa fuori sede che non ha un’auto tutta sua e, tra un esame e l’altro, non vuole rinunciare a qualche gita fuori porta con le amiche o alle serate di divertimento.

Sceglie car sharing perché ha una tariffa agevolata e può prenotare con poco anticipo… si sa, c’è sempre qualcuno del gruppo che cambia idea all’ultimo momento. E poi con Car Sharing Padova può utilizzare i parcheggi pubblici in città… gratuitamente!

E con la Fiat 500, piccola e maneggevole, si trova subito parcheggio!

  

Rosa, impiegata e mamma di Luca e Giacomo. “Tra partite di calcio, la spesa e le visite ai nonni, ci serviva una seconda auto”

Non sempre avere una seconda auto a disposizione significa dover acquistarla. Rosa, infatti, abbonandosi al car sharing ha il vantaggio di un secondo mezzo di trasporto in famiglia, senza i costi di un’auto di proprietà. Inoltre, avendo a cuore la salute del pianeta dove cresceranno i suoi due bimbi, Rosa preferisce utilizzare il car sharing per districarsi tra gli appuntamenti di lavoro, la scuola e il supermercato… e non dimentichiamoci degli allenamenti di calcio! Tutto fattibile con la Fiat 500L: grande al punto giusto e confortevole.

Una super mamma! E, perché no, incidere meno sulla spesa mensile ha i suoi vantaggi… quest’anno le vacanze al mare saranno più lunghe!

 

Luca, architetto. “La macchina in centro a Padova? L’unica soluzione era il car sharing”

Car sharing è anche business-friendly! Lo sa bene Luca che, con il suo studio di architettura, deve spostarsi in centro a Padova per fare sopralluoghi e incontrare clienti. Muoversi sarebbe complicato con una macchina di proprietà, ma con il car sharing Luca sa che può attraversare la ZTL, correre sulle corsie preferenziali e circolare anche nei giorni di blocco del traffico.

E non a caso Luca preferisce l’elettrica Renault Zoe: tecnologia intelligente su ruote.

 

Marta, responsabile di un ente culturale. "Le trasferte dei nostri dipendenti sono completamente deducibili e tutto è sotto controllo"

Grazie alla formula “business”, enti, aziende e pubbliche amministrazioni possono risparmiare sulla flotta aziendale ed avere il controllo sui costi, evitando sorprese sul bilancio. Marta può, infatti, controllare e pianificare gli spostamento che i dipendenti devono fare con il car sharing e, soprattutto, avere a disposizione i veicoli senza i costi di manutenzione di una flotta di proprietà!

 

 

E tu? Non usi ancora il car sharing? Prenota una prova e facci sapere come ti trovi!

 

Categoria: News