Car Sharing Padova
Condividi l'auto, conviene a te e all'ambiente!

Distrazione da smartphone: automobilisti, pedoni e ciclisti sempre più disattenti

Statistiche e soluzioni per l’assuefazione da smartphone

Sorpresa: non solo gli automobilisti sono distratti!
Secondo uno studio condotto da Ford, i pedoni e i ciclisti continuano a utilizzare il cellulare mentre attraversano la strada, anche al di fuori delle strisce e in prossimità di incroci pericolosi. Lo studio, condotto su un campione di 10.000 cittadini europei, ha evidenziato come la maggior parte degli utilizzatori abbia un’età compresa tra i 18 e i 24 anni.

 Oltre il 75% del campione totale ha ammesso di attraversare la strada guardando lo schermo del cellulare, in particolare, il 47% delle persone parla al telefono, il 14% si scambia messaggi, il 9% naviga su Internet, il 7% interagisce sui social e il 3% gioca o guarda video. 

Le percentuali aumentano per la fascia d’età giovanile, gli stessi intervistati hanno ammesso di aver rischiato un incidente a causa di questo comportamento scorretto.

Sempre secondo lo studio Ford, l’Italia si trova al secondo posto tra i Paesi europei, superata solo dalla Romania. L’imprudenza non riguarda solo i pedoni distratti, ma anche gli automobilisti; i diversi Paesi stanno cercando precauzioni per evitare incidenti e l’aggravarsi del numero di vittime della strada.

Per diffondere la cultura della responsabilità tra i giovani, sia per i guidatori sia per pedoni e ciclisti, Ford organizza dei corsi gratuiti relativi al programma Driving Skills For Life
Nel corso delle sessioni di training, i ragazzi imparano a riconoscere e anticipare le situazioni di pericolo, a evitare le distrazioni e i comportamenti rischiosi, assumendo maggiore consapevolezza dell’ambiente che circonda l’auto.

In Olanda, nella cittadina di Bodegraven a sud di Amsterdam, sono stati installati i primi semafori intelligenti per i pedoni e i ciclisti distratti dallo smartphone.


Il nuovo sistema segnaletico + Light Line, sviluppato dall’azienda locale HIG Traffic System, guida l’attraversamento della strada. Oltre alla classica segnaletica luminosa per macchine e pedoni, questo nuovo semaforo, proietta a terra dei fasci di luce colorata a LED per attirare l’attenzione di chi a testa bassa sta guardando il telefono: la luce è rossa quando non si può attraversare, luce è verde quando è consentito il passaggio.

“Le reti sociali, i giochi online, WhatsApp, i video e la musica sono alcuni tra i motivi di maggiore distrazione per i cittadini che si muovono in città – ha spiegato il sindaco di Bodegraven, Kees Oskam – questa nuova soluzione tecnologica non giustifica il comportamento sbagliato dei pedoni al telefono, ma cerca solamente di ridurre al minimo gli incidenti”.

In Cina, precisamente a Chongqing, si è pensato di arginare la pericolosità dell’uso dello smartphone attraverso due corsie separate nel marciapiede: una dedicata agli imprudenti “smombies” e una per chi cammina prestando attenzione.

A Cambrils in Spagna, sono state realizzate delle strisce pedonali luminose che si illuminano grazie ad una serie di sensori, pannelli fotovoltaici, LED e vernice riflettente.
Il sistema si mette in funzione quando un pedone aziona il sensore; per il tempo necessario all’attraversamento, si illuminano strisce pedonali e segnaletica verticale insieme.
La segnaletica fa parte del progetto più grande di smart city “Urban Lab”.

Nonostante queste iniziative siano innovative e tecnologiche, possono ridurre solo in parte il rischio di incidenti. La soluzione più efficace è sicuramente il recupero del buonsenso e dell’attenzione da parte di ogni pedone, ciclista e automobilista.

 

Categoria: Sharing life